Angioletta

ANGIOLETTA



Spesso sento il suono della tua voce
Che prima delle orecchie giunge fino al cuore
E così mi fermo ad ascoltare
E sento il profumo delle tue parole

Belle parole per una dedica in un libro
Per un pensiero che rimane
Nella memoria rimane

Tu non cerchi più una casa da abitare
Appena l’hai trovata te ne sei dovuta andare
Sei come rugiada sulle foglie d’autunno
Come il canto degli uccelli che migrano lontano
Verso un paese lontano

E continuo ancora a cercarti
In un vuoto pieno di pace e di serenità
E continuo ancora a trovarti
In un giardino pieno
Di fiori gialli e di lillà

Tu ritorna ancora, vienimi a trovare
Io ti aspetto sempre , qui davanti al mare
E cammini piano a piedi nudi sulla sabbia
Per poi volare in alto, sopra le nubi del cielo,
Con tutta la tua libertà

E continuo ancora a cercarti
In un vuoto pieno di pace e di serenità
E continuo ancora a trovarti
In un giardino pieno
Di fiori gialli e di lillà

E continuo ancora a cercarti
In un vuoto pieno di pace e di serenità